Lug 1, 2015 - secondi piatti    No Comments

SFORMATINI DI MERLUZZO

Delizioso merluzzo in piccoli sformati, con questo antipasto farete un figurone! Gli Sformatini di merluzzo al microonde sono molto gustosi grazie ai numerosi ingredienti da unire al merluzzo. Inoltre si possono considerare light, perchè accompagnati da una salsa di yogurt leggera

 

INGREDIENTI

– 400 g di filetto di merluzzo surgelato

– 200 cc di panna fresca

– 1 uovo

– 1 zucchina

– 150 g di yogurt greco

– bacche di pepe rosa

– 1 limone

– sale e pepe

PREPARAZIONE

1 Frullare i filetti di pesce scongelati con la panna, l’uovo e un pizzico di sale. Ricavare dalla zucchina 4 fette sottili per il lungo, rivestire con queste 4 stampini  da crème caramel in vetro, ridurre a julienne la rimanente zucchina e aggiungerla al composto di pesce.

2 Suddividere il composto negli stampini e far cuocere per 6 minuti a 500 W. Nel frattempo, sbattere leggermente con una forchetta lo yogurt con un pizzico di sale e qualche bacca  di pepe rosa leggermente pestata. Sformare delicatamente e servire accompagnando con la salsa di yogurt e una fetta di limone a parte.

Lug 1, 2015 - dolci    No Comments

CHEESECAKE AL CAFFè AL MICROONDE

Un dolce dedicato alle persone che preferiscono i dolci al caffè, fatti in maniera veloce e pratica. Una ricetta al microonde gustosa, e veloce da preparare. 

INGREDIENTI


– 100 g. cioccolato fondente

– 30 g. burro
– 100 g. amaretti
– 2 tazzine di caffè ristretto + 2 cucchiaini di caffè solubile
– 400 g.. Philadelphia
– 240 g. latte condensato
– 10 g. gelatina in fogli
– 2 cucchiai liquore al caffè
– 150 g. panna liquida fresca

PREPARAZIONE

1. Ricoprire con della carta da forno il fondo di uno stampo a cerniera (se a disposizione) da circa 24 cm. Sminuzzare gli amaretti in maniera piuttosto grossolana e riporre in una ciotola.

2.Nel frattempo nel microonde, o a bagnomaria, far fondere il cioccolato tagliato a pezzi con il burro. Una volta fuso, unire gli amaretti sbriciolati. Versare il composto al cioccolato e amaretti nello stampo, e stenderlo bene in maniera omogenea e riporre in frigo per farlo riposare. Una volta che il cioccolato raffredda, far ammorbidire la gelatina in un po’ d’acqua fredda.

3. Nel frattempo, far ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda, dopo 10 minuti circa, strizzateli e fateli sciogliere in 2 tazzine di caffe ristretto. Con una frusta elettrica o un frullatore da cucina, lavorare il Philadelphia e aggiungere il latte condensato, il caffè tiepido mescolato alla gelatina, e per ultimo il liquore al caffè che avremmo riscaldato precedentemente. Di seguito unire al composto  la panna precedentemente montata.

4. Versare il composto sulla base al cioccolato e amaretti ormai solidificato, livellare bene la superficie, in modo che la crema risulti omogenea.  Mettere in frigo per almeno 3 h, oppure nel congelatore per mezz’ora, in modo che la torta si rassodi.

5. Una volta rassodatasi, trasferite il dolce in un piatto da portata, decorare a piacere e spolverare con un po’ di cacao, una crema di cacao o della nutella (a vostra discrezione). Se non volete rischiare di mangiare e servire una base troppo dura da tagliare , mettere la torta fuori dal frigo, a temperatura ambiente, almeno un’ora prima di mangiarla.

Lug 1, 2015 - secondi piatti    No Comments

COZZE AL VINO BIANCO

Le cozze al vino bianco sorprendono per la combinazione di sapore di mare intenso che si combina al vino e all’ aroma di pepe. Ricetta economica, semplice da preparare e davvero gustosissima, e dato che viene usato il nostro microonde anche veloce.

INGREDIENTI

– 1 kg di cozze freschissime
– 4 cucchiai colmi di pepe nero
– olio extra vergine d’oliva
– 2 dl di vino bianco secco.
– 1 ciuffo abbondante di prezzemolo

PROCEDIMENTO

1. Lavate bene le cozze eliminando le barbe e ponetele in una capiente casseruola bagnandole con il vino e coprendole con il pepe nero.
2. Mettete nel forno per 8 minuti a potenza media. Lasciate riposare per 2 minuti, ritirate e irrorate con olio extra vergine. Servitele subito con fettine di pane imburrato e una buona spruzzata di prezzemolo fresco.
3. Se qualche cozza rimanesse chiusa rimettetela nel forno per un altro minuto. Se non si aprisse, eliminatela.

Giu 30, 2015 - rimedi naturali    No Comments

rimedi naturali per labbra screpolate

Con l’arrivo del freddo uno degli inconvenienti che più frequentemente si verificano è senza dubbio quello delle labbra screpolate. Si tratta di un piccolo fastidio che non deve assolutamente essere sottovalutato, ma che, al contrario, va tempestivamente curato. Esistono naturali rimedi per le labbra screpolate? Certo, scopriamoli insieme

 

OLIO D’OLIVA – Lo sapevate, infatti, che in alcuni casi le labbra screpolate potrebbero essere il sintomo di un’infezione batterica? Per evitare che ciò accada noi vi consigliamo di utilizzare esclusivamente prodotti naturali che sono ottimi rimedi per labbra screpolate. Il prodotto naturale per eccellenza indicato per le labbra screpolate è indubbiamente l’olio d’oliva: imbevete un batuffolo di cotone ed applicatelo un paio di volte al giorno, strofinandolo delicatamente sulle labbra

 

OLI NATURALI – Lo stesso Tea Tree Oil è fondamentale, grazie alle sue proprietà combatte le irritazioni della pelle favorendone una guarigione rapida. Poche gocce potranno bastare per un massaggio profondo e lenitivo. Nell’armadietto dei prodotti naturali potete inserire anche l’olio di mandorle dolci, di argan, l’olio di cocco e il burro di karitè. Quest’ultimo facilmente recuperabile sotto forma di crema o stick e da spalmare sulla pelle con un massaggio delicato, fino al completo assorbimento

 

ALOE VERA E OLIO DI RICINO – Olio di ricino e l’aloe vera sono altri due rimedi per labbra screpolate.Tagliate un pezzo di aloe vera e applicate il gel che ne uscirà direttamente sulle labbra, anche in questo caso per due volte al giorno. Le vostre labbra presentano anche tagli e piccole ferite? Ciò che fa per voi, in questo caso, è l’olio di ricino, da applicare abbondantemente più volte nel corso della giornata

 

LATTE – Se volete, infine, nutrire le vostre labbra oltre che idratarle, dovrete lasciar riposare in frigorifero per circa tre giorni una tazza con del latte; trascorso questo tempo, dovrete applicare sulle labbra la cremina superficiale che si sarà formata, possibilmente più volte al giorno. Questa cremina, in alternativa, si può produrre portando ad ebollizione il latte ma, prima di applicarla, dovrete, ovviamente, attendere che si raffreddi

Giu 30, 2015 - rimedi naturali    No Comments

come fare il liquore alla liquirizia

Come fare il liquore alla liquirizia? Come digestivo, o per riscaldare l’atmosfera in un pomeriggio piacevole, questo tipo di bevanda  è un ottimo liquore naturale che sfrutta i benefici della liquirizia pura

 

PROPRIETÀ DELLA LIQUIRIZIA – Semplicemente come radice o come ingrediente base delle più note caramelle, la liquirizia, assunta in quantità controllate, ha numerosi benefici per la salute: la liquirizia aiuta a migliorare i disturbi dell’apparato gastrointestinale, compresi aerofagia, stitichezza, digestione lenta e ulcere. La pressione bassa è il vostro cruccio? La glicirrizina – un principio attivo presente nella liquirizia che interviene sui livelli di aldosterone, un ormone che regola la pressione arteriosa – potrà tirarvi su. Infine, la liquirizia è un toccasana anche per l’apparato respiratorio. Ha il potere di calmare la tosse e favorire l’espulsione del catarro dai bronchi

 

Ecco gli ingredienti per 2 litri di liquore:

1 l di alcol a 90°
200 g di liquirizia pura
1,2 l di acqua
1,2 kg di zucchero

Preparazione
Sciogliete la liquirizia a bagno maria con 600 ml di acqua.
Quando si sarà sciolta completamente lasciate raffreddare.
Sciogliete lo zucchero a fuoco bassissimo con la rimanente acqua, quindi fatelo raffreddare
Riunite i 2 sciroppi in  un unico recipiente e aggiungete l’alcol; chiudete e lasciate riposare per qualche giorno prima di consumare

Giu 30, 2015 - primi piatti    No Comments

BULGUR CON NOCI E ERBE

Il bulgur è un derivato dei semi germogliati integrali di frumento di grano duro: i chicchi sgranati e lavati vengono cotti al vapore, essiccati e infine frantumati. Nella pratica, il bulgur è una granella di semi di frumento e si tratta di una lavorazione originaria della Turchia.

INGREDIENTI

 

300 gr di burgul

10 gr di erba cipollina fresca

50 gr di noci

sale

10 gr di menta fresca

30 gr di basilico fresco

olio extravergine

1 spicchio d’aglio

 

PREPARAZIONE

Per preparare il bulgur con noci ed erbe versate 600 gr di acqua in una pentola, salatela e portatela ad ebollizione

 

Appena bolle aggiungete il bulgur e fatelo cuocere per circa 15/20 min, una volta cotto scolatelo e passatelo immediatamente sotto acqua fredda corrente per bloccarne la cottura e mettetelo da parte

 

Tritate finemente aglio, basilico, menta, erba cipollina, i gherigli di noce e metteteli in una ciotola dove li condirete con un filo d’olio extravergine d’oliva (se preferite avere un composto più cremoso tritate il tutto con il mixer anziché a mano)

 

Unite il trito di erbe aromatiche al bulgur e servite il piatto ben freddo

Giu 1, 2015 - secondi piatti    1 Comment

PATATE ALLA PIZZAIOLA

Per cucinare le patate alla pizzaiola occorreranno solo una manciata di minuti e porterete in tavola un ricco e stuzzicante piatto di verdure accompagnato da una salsa di pomodoro aromatica. 
Se cercate un contorno per accompagnare piatti di pesce o carne alla griglia provate le patate alla pizzaiola, un piatto per che riesce sempre bene e piace a tutti.

INGREDIENTI

  • 600 gr di patate
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 ciuffo di basilico
  • origano, sale e pepe q.b.
  • 600 gr di pomodori pelati
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 20 gr di capperi sotto sale
  • un pizzico di zucchero

PREPARAZIONE

  1. Sbucciate le patate, lavate bene, asciugatele, e fatele a fette (possibilmente tutte uguali e di circa 5 mm di spessore).
  2. In una capiente padella fate rosolare dolcemente con l’olio l’aglio spellato e leggermente schiacciato.
  3. Tagliate a pezzi i pomodori pelati, schiacciateli bene con i rebbi di una forchetta, metteteli nella padella con l’aglio, unite sale, pepe, origano zucchero (circa 1 cucchiaino) e il basilico tritato grossolanamente e fate cuocere per 10-15 minuti a fuoco dolce.
  4. Unite al sugo di pomodoro le patate a fette e i capperi dissalati e continuate la cottura per 7-8 minuti senza mai girare le patate ma muovendo solo la padella per evitare di rompere le verdure. 

    Trascorso il tempo indicato le patate alla pizzaiola saranno morbide,saporite e pronte per essere portate in tavola con una generosa spolverata di prezzemolo tritato.

Giu 1, 2015 - dolci    No Comments

BISCOTTI AL GIANDUIA

INGREDIENTI


Per la pasta frolla:400 gr di farina,2 uova,150 gr di burro,1 bustina di vanillina,100 gr di fecola,150 gr di zucchero a velo,1 bustina di lievito per dolci

Per la crema al gianduia:100 gr di nocciole,100 gr di cioccolato fondente,100 gr di cioccolato bianco,150 gr di zucchero,100 gr di cioccolato al latte,150 gr di latte

PREPARAZIONE

Per preparare i biscotti farciti al cioccolato disponete la farina a fontana, inserite al centro i pezzetti di burro a temperatura ambiente, le uova, lo zucchero, il lievito e la vanillina e amalgamate il tutto continuando ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio

coprite con pellicola trasparente e riponete nel frigorifero per 30 minuti

Togliete l’impasto e stendetelo ad uno spessore di ½ cm, formate la stessa quantità di cerchi senza buco e con il buco e cuoceteli in forno a 180° per 15 minuti

Nel frattempo preparate la crema al gianduia: In un mixer tritate le nocciole assieme allo zucchero fino a farle diventare una farina

sciogliete il cioccolato a bagnomaria con il latte e incorporate la farina di nocciole e zucchero amalgamando bene il tutto

Disponete un cucchiaino di crema al gianduia su ogni dischetto pieno e chiudete sopra con il dischetto bucato

Mag 31, 2015 - dolci    No Comments

FOCACCIA DOLCE ALLE PESCHE

INGREDIENTI

600 gr di farina 0
400 ml di acqua
30 gr di miele
2,5 gr di lievito disidratato
8 gr di sale
40 ml di olio extravergine per l’mpasto

Per la farcitura: 350 gr di albicocche,120 gr di pesche noci,60 gr di zucchero semolato,40 ml di olio di oliva

PREPARAZIONE

 ponete in una brocca l’acqua, versate il sale , il miele e l’olio di oliva extravergine

Nella tazza di una planetaria munita di foglia setacciate la farina e aggiungete il lievito di birra disidratato . Azionate la macchina e aggiungete i liquidi

quando gli ingredienti saranno amalgamati, togliete la foglia e montate il gancio , poi fate impastare per circa 10-15 minuti. Estraete la pasta dalla tazza della planetaria, avrà una consistenza piuttosto morbida, oleate il piano di lavoro  , trasferite l’impasto sul tavolo

date una forma sferica all’impasto e poi adagiatelo in una ciotola coperto con pellicola  e lasciate lievitare per circa 2 ore nel forno spento con luce accesa.

Nel frattempo lavate la frutta, tagliate le albicocche a fette spesse 1,5 cm eliminando il nocciolo. fate lo stesso con le pesche

Ungete con l’olio una teglia delle dimensioni di cm 40 x 30 cm quando la pasta sarà lievitata, stendetela nella teglia pressandola leggermente con le mani. Formate dei buchi con i polpastrelli sulla superficie dell’impasto

cospargete la focaccia con l’olio e lo zucchero semolato . Distribuite sulla superficie le fettine di frutta e poi lasciate lievitare per mezz’ora coprendo con pellicola, al termine della lievitazione ed infornate in forno statico preriscaldato a 190° per circa 20 minuti (o in forno ventilato a 170° per 10-15 minuti) fino a quando la focaccia non risulterà dorata.

A cottura ultimata, sfornate la focaccia dolce alle albicocche  e lasciatela raffreddare prima di servirla.

Mag 31, 2015 - lievitati    No Comments

PANE ALLA BIRRA

INGREDIENTI

 

per la biga: 100 gr di farina manitoba,25 gr di farina integrale,1 gr di lievito di birra disidratato,90 ml di acqua tiepida,3 gr di sale

per l’impasto: 1,5 gr i lievito di birra disidratato,10 gr di sale,400 ml di birra scura,125 gr di farina integrale,375 gr di farina manitoba

PREPARAZIONE


iniziate dalla biga, il pre-impasto: in una ciotola mischiate le farine Manitoba e integrale (1) unite al centro il lievito di birra disidratato , proseguite con l’acqua a temperatura ambiente e il sale versato lontano dal centro (potete anche scioglierlo nell’acqua prima di aggiungerlo all’impasto)

Impastate tutto a mano , formate una palla e lasciatela riposare in una ciotola coperta con pellicola per almeno 4 ore in ambiente tiepido , lontano da correnti d’aria o in forno spento con luce accesa.

Trascorso il tempo indicato, mettete la biga in una semplice ciotola. Versate all’interno la birra scura a temperatura ambiente e sciogliete l’impasto lentamente

Unite poi il lievito e le farine , per ultimo il sale. Quando gli ingredienti si saranno uniti,  avrete ottenuto un impasto elastico ma piuttosto morbido e leggermente appiccicoso; sarà necessario ungersi le mani e il piano di lavoro con dell’olio.

Prendete quindi l’impasto   appiattitelo per ottenere un rettangolo e praticate delle pieghe portando la pasta verso il centroiniziando da un lembo e proseguendo con gli altri , ripiegando l’impasto

L’operazione di ripiegare l’impasto andrà ripetuta per 2-3 volte, fino ad ottenere un impasto più asciutto ed elastico. Tra una serie di pieghe e l’altra, dovrete attendere almeno 10 minuti: durante questo tempo potete conservare l’impasto in una ciotola leggermente oleata e coperta con pellicola, in ambiente tiepido (se lasciate l’impasto sul piano di lavoro, avvolgetelo comunque con la pellicola). Ogni volta dovrete riprendere l’impasto, stenderlo leggermente a rettangolo e ricominciare con le pieghe riportando la pasta al centro 

Dopo l’ultima piega  appiattite la pasta per formare un rettangolo

spolverizzate con farina integrale un cesto di legno piegato (banneton) di 30×15 cm  arrotolate l’impasto su se stesso stringendo senza rompere le fibre , ponetelo all’interno dello stampo e lasciate lievitare fino a quando la pasta non avrà raggiunto i bordi

Una volta lievitato, capovolgete l’impasto su una leccarda foderata con carta da forno  e praticate dei tagli con un coltellino affilato in superficie

una volta pronto cuocete in forno statico preriscaldato a 250° per circa 20 minuti con una ciotola d’acqua (o pentolino di acciaio) posto sul fondo del forno. Poi togliamo la ciotola d’acqua, abbassiamo la temperatura a 200° e cuociamo per altri 40 minuti (per la cottura in forno ventilato, diminuire di 20° la temperatura e di 10 minuti la cottura per entrambi i momenti).

Una volta cotto, capovolgete il filone e cuocetelo così per altri 20 minuti. Estraete il filone dal forno  e lasciate raffreddare il pane alla birra su una gratella, prima di affettarlo!

Pagine:1234»